Home / Dossier / APOCRYPHA / Introduzione ad Apocrypha


INTRODUZIONE APOCRYPHA

Apocrypha nasce così per caso, da una mia richiesta all'autore di poter pubblicare questi testi che spesso hanno acceso dibattiti in forma privata tra l'autore e l'allora Cardinale, ma anche oggi da Pontefice, Joseph Ratzinger. 

Il nome della rubrica lo scelsi io, nome che certo non rispetta e rispecchia la straordinarietà degli scritti e il loro contenuto, nome forse un pò troppo romanzesco, ma lo scelsi proprio per questo, per attirare l'attenzione del lettore/visitatore. Mio grande rammarico è quello di non essere riuscito a incontrarlo di persona, ma di aver comunicato con lui solo telefonicamente. Mi parlò dei radicali e dei suoi incontri con Marco Pannella.

Franco, così si chiamava, è scomparso il 20 dicembre 2006, qualche giorno dopo una telefonata in cui lo invitai ufficialmente a venire a Lecco per parlare di ciò per cui si era sempre battuto e aveva sempre lottato.  

Adorava Norberto Bobbio, di cui fu grande amico e presso il quale trovò sempre "la porta aperta, anche in punto di morte", e aveva ben compreso il pericolo per la democrazia derivante dal pensiero platonico, pensiero autoritario, da cui trae esempio anche la lezione di Benedetto XVI nell'oramai noto discorso di Ratisbona. La sua battaglia per un cattolicesimo riformato e contro il celibato dei preti, secondo lui principale causa della pedofilia all'interno del clero, non la condusse, per fortuna, in solitario ma con tanti altri preti nella sua stessa situazione: sposati, con figli e spesso non scomunicati perché considerati "ancor più pericolosi". Attraverso i suoi scritti si può comprendere come la questione "vaticana" non sia soltanto una questione di ingerenza o meno, di laicità o meno, ma una questione di democrazia contro l'oligarchia, di liberalismo contro l'autoritarismo.

Questa rubrica chiude con la pubblicazione del terzo scritto di Franco, l'ultimo per il quale chiesi l'autorizzazione a pubblicarlo. Per quanto riguarda, invece, tutti gli altri scritti (e sono parecchi), spero che un giorno possano diventare un libro di testo da cui trarre lezioni, da cui tutti noi dovremmo e potremmo trarre insegnamento.

I primi tre pezzi sono di don Franco, gli altri sono pezzi tratti da giornali.  

Luca Perego


www.radicalilecco.org

http://www.radicalilecco.org/rad/modules/mastop_publish/?tac=Introduzione_ad_Apocrypha